appunti sociali su Tumblr

Di Lev Trotsky (1879-1940) si parla poco e le rare volte che accade, almeno per quella che è la mia piccola esperienza, con una certa superficialità, quasi per sentito dire. Trotsky è tra le figure più importanti e allo stesso tempo più dimenticate della sinistra. Probabilmente ciò è da mettere in relazione all’opera di diffamazione e distruzione (fino all’assassinio) messa in atto da Stalin, le cui tracce profonde possono essere rinvenute nel pensiero comunista che si è sviluppato successivamente.
A Trotsky dedichiamo la chiusura del blog per la pausa estiva pubblicando un articolo di Diego Giachetti, scritto su Movimento Operaio e poi riportato anche da Sinistra Anticapitalista, dal titolo “I giorni di Caino“, e presentando quattro opere che trovate di seguito in ordine cronologico …

Leggi l’articolo su:
http://www.pranzosociale.org/blog/opere-trotsky/

Se la sclerosi dovesse assumere una forma protratta e io fossi minacciato d’invalidità permanente […], allora mi riservo il diritto di stabilire da me l’ora della mia morte. Il “suicidio” (se il termine è appropriato in questo caso) non esprimerà in nessun modo l’insorgere di una crisi di disperazione o di sfiducia. Natalja e io abbiamo detto più volte che ci si può trovare in condizioni fisiche tali, per cui è meglio tagliar corto con la propria vita o, più esattamente, col troppo lento processo della propria morte.[1]

» Leggi l’articolo completo

Lev Trotsky - La IV Internazionale e la guerraLibreria Sociale Longonese - http://bit.ly/1p0gKEA
Quaderni del Centro Studi Pietro Tresso, Serie: “Dagli archivi del bolscevismo”, n. 4, novembre 1989; traduzione e cura di Paolo Casciola.
Autore/i: Lev TrotskyEbook – Ipertesto: Marxists.org. e-Book PDF-EPUB creato da Pranzosociale.orgFormato: PDF/EPUBLicenza: (CC BY-SA 4.0)Fonte: Marxists.org
» E-BOOK PDF-EPUB

Lev Trotsky - La IV Internazionale e la guerra
Libreria Sociale Longonese - http://bit.ly/1p0gKEA

Quaderni del Centro Studi Pietro Tresso, Serie: “Dagli archivi del bolscevismo”, n. 4, novembre 1989; traduzione e cura di Paolo Casciola.

Autore/i: Lev Trotsky
Ebook – Ipertesto: Marxists.org. e-Book PDF-EPUB creato da Pranzosociale.org
Formato: PDF/EPUB
Licenza: (CC BY-SA 4.0)
Fonte: Marxists.org

» E-BOOK PDF-EPUB

Il vicolo cieco – Trionfo, involuzione e tragedia del movimento comunista

Questo testo era nato a sostegno delle lezioni di un corso universitario del 1999-2000. Il testo è il risultato di un lavoro di molti anni, tradottosi in diversi corsi monografici e in alcuni libri dedicati a vari aspetti della crisi prima, e poi del crollo, del sistema sorto intorno all’Unione Sovietica, e alle trasformazioni di quei paesi che avevano tentato di differenziarsi dal modello affermatosi in URSS con Stalin e conservato dai suoi epigoni. In appendice due lunghi articoli, uno dedicato alla testimonianza della poesia di Vladimir Majakovskij sulla involuzione della società sovietica già nel corso degli anni Venti, l’altro di polemica con l’ala “nostalgica” e violentemente antitrotskista del PRC, il cui senso è riassumibile col titolo di un paragrafo: Trotskismo e stalinismo: chi deve vergognarsi?

Vanessa, Trotsky e Marx.

Vanessa, Trotsky e Marx.

Israel: You guys should probably evacuate, we're going to drop some bombs.
Gaza: Okay, we're coming!
Israel: Well, actually, you can't come in to Israel, since you're Palestinians.
Gaza: But, you control all of our borders, where do we go?
Israel: Sounds like a personal problem.
Gaza: .... So, stay here?
Israel: If you want, but don't say we didn't warn you..
"Leon Trotsky and Natalia Sedova, 1940".
Photo shared on the MIA Facebook Group (Page).

"Leon Trotsky and Natalia Sedova, 1940".
Photo shared on the MIA Facebook Group (Page).